Manuale operativo di Formlabs

Fusione e pressatura dentale da modelli 3D stampati

I centri e i laboratori di fresatura dentale hanno iniziato a fondere e pressare parti in metallo e ceramica da oltre dieci anni, ma le attuali soluzioni di stampa CNC e 3D sono spesso costose e difficili da usare. Questo manuale operativo illustra il processo semplificato di fusione e pressatura di corone, ponti e telai per protesi dentali utilizzando le stampanti stereolitografiche 3D di Formlabs e Castable Wax Resin, dall’inizio alla fine.

Testata a lungo dagli odontotecnici, la Castable Wax Resin di Formlabs permette di ottenere contorni netti e precisi. Contiene il 20% di cera. Consente una fusione affidabile e una combustione pulita. I modelli stampati sono resistenti e non necessitano di polimerizzazione post-stampa, rendendo così il workflow più semplice e snello.

Indice


Whitepaper

Dental Casting and Pressing from 3D Printed Patterns

Vuoi salvare il documento, stamparlo o condividerlo con i colleghi?

Scarica di seguito un PDF dell'articolo


 

Elementi fondamentali

Prodotto da terzi:
  • Rilevazione digitale
  • Scanner intraorale 3D
  • Scanner desktop per modelli
  • Software CAD per progetti dentali
  • Forno per la cottura dei modelli dentali
  • Stampo o cilindro per fusione
  • Materiale di rivestimento
  • Macchina per fusione
  • Lingotti di metallo o ceramica
  • Strumenti per la finitura ultra veloci da laboratorio odontotecnico

 

1. Scansione

I software CAD per progetti dentali necessitano di rilevazioni digitali per creare corone, ponti o telai per protesi. Per produrre una rilevazione digitale è possibile fare una scansione del paziente direttamente con uno scanner intraorale oppure usare uno scanner ottico desktop e scannerizzare un’impronta in polivinilsilossano (PVS) o un modello in gesso. A meno che non si stia lavorando all’interno di un sistema completo di scansione e CAD, esporta la scansione come file aperto in formato STL.

 

2. Progettazione

Una volta ottenuta la rilevazione digitale, importa i dati della scansione in un software CAD dentistico e progetta le protesi o gli apparecchi richiesti. Seleziona un software che permetta l’esportazione di file STL aperti, così da essere compatibile con PreForm, il software di preparazione alla stampa di Formlabs.

Le operazioni di importazione e progettazione variano a seconda del pacchetto software. Per ulteriore assistenza, contatta il rivenditore o il produttore del software.

2.1 Progettazione di corone e ponti

Progetta corone e ponti utilizzando le impostazioni dei materiali fornite da Formlabs (vedi “Impostazioni CAD materiale”).

2.2 Progettazione di scheletrati

Per aumentare l’omogeneità e ridurre distorsioni dei modelli 3D stampati, aggiungi una barra di stabilizzazione con un diametro di 2,5 mm.

Quando si progettano ganci più sottili di 0,8 mm, collega i bracci a clip per ottenere risultati più precisi.

Consiglio

Puoi creare i canali di colata nel software CAD e stamparli direttamente. In questo modo risparmierai tempo senza dover posizionare manualmente i canali.

Impostazioni CAD materiali

 

Ponti e coroneScheletrati
Spessore minimo0,5 mm0,5 mm
Compensazione del trapanoDisabilitataDisabilitata
Fessura cemento e fessura extra cemento0,03 mm e 0,10 mm-
Margine bilanciamento0,15 mm-

 

File e catalogo materiali

3Shape: scarica il file di impostazione DME

3. Stampa

4. Preparazione

4.1 Lavare le parti

Se utilizzi un sistema di lavaggio automatico Form Wash, lascia le parti stampate sulla piattaforma di stampa. Allinea il bordo superiore della piattaforma di stampa rispetto ai bracci dell'attacco della piattaforma su Form Wash, quindi inseriscila a fondo, fino a toccare la parte retrostante. Lava le parti con alcool isopropilico (IPA) con concentrazioni di 90% o più (è consigliabile 99%). Imposta Form Wash per 15 minuti e avvia il ciclo di lavaggio.

Se utilizzi un Finish Kit, rimuovi con cautela le parti dalla piattaforma di stampa una volta completata la stampa. Inserisci saldamente il raschietto incluso nella smussatura della base di supporto, quindi ruota delicatamente il raschietto da un lato all’altro. Sciacqua le parti in due cestelli di alcool isopropilico, con un bagno iniziale di 10 minuti e un secondo bagno di 5 minuti. È consigliabile utilizzare alcool isopropilico (IPA) con concentrazioni di 99% o più, ma concentrazioni di 90% o più funzioneranno comunque.

AVVISO:

Il lavaggio di parti in Castable Wax macchierà di viola l’alcool isopropilico ed eventuali parti lavate in futuro. Per evitare di macchiare le parti stampate con altre resine, lava le parti in Castable Wax in un Form Wash o Finish Kit dedicato.

Lascia asciugare bene all’aria oppure usa dell’aria compressa per soffiare via l’alcool isopropilico (IPA) dalle superfici delle parti. Ispeziona le parti da vicino per assicurarti che tutta la resina non fotopolimerizzata sia stata rimossa. Ripeti il lavaggio, se necessario. Lascia che i modelli siano completamente asciutti prima di utilizzarli.

La polimerizzazione post-stampa non è necessaria

La Castable Wax Resin è stata progettata per essere usata senza polimerizzazione post-stampa. Per assicurare la massima precisione, sconsigliamo la polimerizzazione post-stampa dei modelli, in quanto ciò potrebbe causare un restringimento, benché minimo. Consigliamo di procedere con la lavorazione, la fusione o lo stampaggio dei modelli il prima possibile una volta terminata la stampa. Se ciò non fosse possibile, una volta lavati, riponi i modelli in Castable Wax in un luogo fresco e buio.

4.2. Rimozione dei supporti

Usa le tronchesine incluse nel Finish Kit per tagliare i supporti con cautela nei punti di contatto (dove si uniscono alla parte). Quando tagli i supporti indossa occhiali protettivi: il materiale potrebbe sbriciolarsi in alcuni punti e potrebbero partire delle schegge. È possibile rimuovere i supporti anche usando i manipoli, ovvero con frese o dischi separatori e lucidanti.

AVVISO:

I pezzi molto sottili, come ad esempio le protesi parziali rimovibili (scheletrati), si potrebbero rompere facilmente nel corso della rimozione dei supporti. È consigliabile l’utilizzo di un disco di taglio.

5. Rivestimento

 

5.1 Buone pratiche per impostare lo stampo di rivestimento

 

Ponti e corone:

Posiziona le corone e i ponti nello stampo fuori dal centro di calore, a circa 5 mm dalla parete dello stampo. Le singole corone possono essere create direttamente sullo stampo utilizzando un filo di cera di 2,5 mm (o in alternativa con un serbatoio di colata). I ponti, d’altra parte, devono essere collegati a un canale di distribuzione di 5 mm con un filo di cera di 2,5 mm con un angolo di 45° e incerati allo stampo di colata con un filo di cera di 4 mm.
Crea una protesi parziale

Fissa sempre i canali di colata alle aree più solide della struttura. Consigliamo di utilizzare due canali di colata curvi da 3,5-4 mm collegati all’imbuto di 5-10 mm sopra il punto più alto dell’oggetto. Le aree più spesse della costruzione a cui si accede solo attraverso aree sottili possono anche essere collegate a un ulteriore canale di colata di 3 mm, poiché la lega scorre sempre da spessa a fine.
Ceramica a pressione

Quanto progetti i canali di colata di modelli in ceramica pressata tieni conto di quanto segue:

  • Corone e ponti sono realizzati direttamente con un filo di cera di 2,5-3 mm (senza angoli o bordi) con un angolo compreso tra 45 a 60° rispetto alla cavità dello stampo.
  • Posiziona i canali di colata sull’area più spessa del modello. Per le corone, si tratta di solito del bordo delle cuspidi. I ponti dovrebbero avere un canale di colata su ogni pilastro e corona della protesi (non collegare un canale di colata a un connettore del ponte).
  • Il canale di colata dovrebbe avere una lunghezza compresa tra 4 e 8 mm e la lunghezza totale, incluso l’oggetto da pressare, non dovrebbe superare i 16 mm.
  • La distanza dalla parete dell’anello in silicone deve essere di almeno 10 mm.

6. Processo di cottura

Il processo di fusione con Castable Wax Resin richiede un rivestimento per colate di fosfato legato a caldo. Formlabs ha testato i programmi di cottura con due rivestimenti per colate: BEGO Bellavest SH e WiroFine. I programmi di cottura sono gli stessi per entrambi i rivestimenti, con variazioni sulla temperatura finale. Attieniti sempre alle indicazioni fornite dal produttore del materiale per la fusione.

 

RivestimentoIdeale perInformazioni sul produttore
BEGI Bellavest SHPressatura e fusione di ponti e coroneDettagli prodotto
Guida del produttore
Bego WiroFineFusione di scheletratiDettagli prodotto
Guida del produttore

 

6.1 Programma di cottura standard

 

DescrizioneFaseTempo richiesto per raggiungere la temperatura°C programma°F programma
ImpostazioneAttesa30 minTemperatura ambiente
Inserire stampoRampa50 min5 °C/min41 °F/min
AsciugaturaAttesa30 min250 ºC482 °F/min
Transizione termicaRampa45 min7 ºC/min44,6 °F/min
Attesa30 min570 ºC1058 ºF
CombustioneRampa-7 ºC/min44 ºF/min
Attesa60 minTemperatura finale lega

 

CombustioneTempo richiesto per raggiungere la temperatura: 60 minTemperatura finale lega
Materiale°C programma°F programma
Metalli preziosi700 ºC1292 ºF
Lega metalli preziosi-ceramica850 ºC1562 ºF
Metalli non preziosi900 ºC1652 ºF
Ceramica a pressioneFino a 900 ºCFino a 1652 °F
Scheletrati non preziosiDa 950 a 1050 ºCDa 1742 a 922 °F

 

6.2 Programma di cottura breve
DescrizioneFaseTempo richiesto per raggiungere la temperatura°C programma°F programma
Preriscaldare il forno-900 ºC1652 ºF
ImpostazioneAttesa20 mnTemperatura ambiente
Inserire stampoHold20-30 mn900 ºC1652 ºF
CombustioneRampa-7 ºC/min44,6 °F/min
Attesa60 mnTemperatura finale lega-

 

CombustioneTempo richiesto per raggiungere la temperatura: 60 minTemperatura finale lega
Materiale°C programma°F programma
Metalli preziosi700 ºC1292 ºF
Lega metalli preziosi-ceramica850 ºC1562 ºF
Metalli non preziosi900 ºC1652 ºF
Ceramica a pressioneFino a 900 ºCFino a 1652 °F
Scheletrati non preziosiDa 950 a 1050 ºCDa 1742 a 1922 °F

 

7. Processo di fusione o pressatura

Per ottenere un processo di fusione o pressatura di successo, osserva le specifiche del produttore, in particolare per quanto riguarda l’adeguamento della temperatura di preriscaldamento e fusione o pressatura in base alla lega.

Avviso:

Castable Wax è il 21% più pesante della cera standard.

Per calcolare la quantità ottimale di materiale da utilizzare per la fusione o pressatura, utilizza la seguente formula: 

(Peso cera standard) x 1,21 = Peso massimo di Castable Wax

Ad esempio, se per la tua lega o ceramica è consigliabile un lingotto per 0,75 g di cera standard, il peso corretto per un lingotto di Castable Wax sarebbe 0,91 g.

Produttori di leghe

Questo manuale operativo è stato scritto in collaborazione con Stephan Kreimer.

Stephan Kreimer è un master dental technician (MDT) specializzato in soluzioni per i workflow digitali ed è un consulente/beta tester per svariate aziende odontoiatriche. È il proprietario e gestisce Kreimer Dentallabor GmbH & Co. KG, un laboratorio odontotecnico a Warendorf, in Germania.

Per contattarlo, inviare un’e-mail a stephan@kreimer-dentallabor.de o visitare https://kreimer-dentallabor.de

 

 

Risorse addizionali

Scheda tecnica: Castable Wax Resin

Esplora le risorse di Formlabs Dental per scoprire guide approfondite, tutorial passo passo, whitepaper, webinar e molto altro.

Consulta tutte le risorse per l’odontoiatria

 

Controlla il tuo futuro digitale con la Form 3B


Il pacchetto completo Form 3B dispone di tutto quello di cui hai bisogno per portare la stampa 3D di alta precisione nel tuo studio dentistico o laboratorio odontoiatrico. Ordina ora la Form 3B   Richiedi un campione