MANUALE OPERATIVO DI FORMLABS

Stampa 3D di dime chirurgiche

La Surgical Guide Resin di Formlabs è un materiale biocompatibile pensato per la produzione di dime chirurgiche, mascherine chirurgiche e modelli di foratura. Questo manuale operativo dimostra passo dopo passo come eseguire la stampa 3D di dime chirurgiche con le stampanti 3D SLA Form 2 e Form 3B di Formlabs. Segui il workflow descritto di seguito per ottenere risultati precisi.

Indice


WHITEPAPER

Stampa 3D di dime chirurgiche

Vuoi salvare il documento, stamparlo o condividerlo con i colleghi?

Scarica di seguito un PDF dell'articolo


 

Elementi fondamentali

Prodotto da Formlabs:
Prodotto da terzi
  • Pianificazione del trattamento della dima chirurgica e software di progettazione (CAD)
  • Scanner intraorale o scanner 3D desktop
  • Scanner CBCT
  • Manicotti per dime chirurgiche

 

1. Scansione

 

Per pianificare il trattamento e progettare una dima chirurgica, raccogli i dati anatomici della dentatura del paziente tramite scansione del paziente direttamente con un scanner intraorale oppure utilizzando uno scanner ottico desktop per scansionare un’impronta o un modello in polivinilsilossano (PVS).

Inoltre, per realizzare una dima chirurgica completa, rileva la struttura dei tessuti duri del paziente utilizzando uno scanner per la tomografia computerizzata a fascio conico (CBCT).

 

2. Progettazione

Per iniziare, progetta la dima chirurgica in un software CAD dentale come 3Shape Implant Studio. Assicurati di usare un software compatibile con PreForm che permetta l’esportazione di file STL.

Regola con attenzione le impostazioni di progettazione di ciascuna dima per garantire sicurezza, precisione e comfort. Progetta dime chirurgiche per la stampa sulle stampanti SLA Form 2 o Form 3B seguendo le linee guida di seguito per ottenere parti resistenti e durature. Modifica le impostazioni di design consigliate in base alla marca e alle dimensioni dei manicotti di guida utilizzati.

Impostazione di progettazioneValore minimoValore massimo
Spessore delle paretiDona stabilità alla struttura; dovrebbe essere grande abbastanza da fornire forza e resistenza sufficienti.2,0 mmn.d.
Offset dal denteDetermina quanto stretta deve essere la dima sul dente del paziente: minore sarà il valore, maggiore sarà l’aderenza.0,050 mm0,070 mm
Offset dal manicotto di guidaAssicura un inserimento a pressione aderente quando si inserisce il manicotto di guida in metallo.0,000 mm0,040 mm

 

Le procedure esatte per la pianificazione del trattamento e per la progettazione delle dime chirurgiche variano a seconda del pacchetto software, ma generalmente seguono in linea di massima lo stesso flusso di lavoro. Per consigli dettagliati sulla progettazione delle dime chirurgiche, contatta il produttore del software. 

Ecco alcune buone pratiche e considerazioni generali per quanto riguarda la stampa 3D di dime chirurgiche:

2.1 Importazione delle scansioni

Importa le scansioni intraorali od ottiche della dentatura del paziente e la scansione CBCT della struttura dei tessuti duri del paziente nel tuo software CAD dentale. 

Il formato standard dei file delle scansioni ottiche 3D è STL, mentre quello per le scansioni CBCT è DICOM. La maggior parte degli scanner permette l’esportazione in formati aperti e molti software consentono l’importazione aperta di questi tipi di file. Prima dell’acquisto di nuove soluzioni, assicurati di verificare che il software sia compatibile con gli scanner.

2.2 Controllo delle scansioni

Rivedi le scansioni CBCT e identifica il nervo della mandibola, se necessario.

2.3 Allineamento delle scansioni

Allinea la scansione orale e la scansione CBCT utilizzando sia strumenti di identificazione manuale dei punti di interesse, sia strumenti automatici per un allineamento dettagliato. Questo permette di utilizzare sia i dati dettagliati di scansione della superficie, sia i dati CBCT delle ossa per la progettazione del trattamento.

2.4 Progettazione del trattamento

Seleziona l’impianto desiderato e posizionalo sull’anatomia del paziente. Scegli posizione, angolazione, profondità, risultati clinici desiderati e progettazione della protesi. La maggior parte dei pacchetti software CAD dentali offrono una gamma di cataloghi di impianti, così da poter progettare in maniera virtuale utilizzando il sistema di impianti utilizzato per ciascun caso specifico.

2.5 Progettazione della dima chirurgica

Progetta la dima chirurgica disegnando l’area dell’arcata che desideri coprire. Per la massima ritenzione e precisione, utilizza dime per arcata completa. Il software CAD dentale dovrebbe generare un modello che integra il sistema di impianto con il progetto di dima.
 

2.6 Esportazione

Una volta creato il progetto, esporta il modello digitale della parte in formato STL od OBJ.

 

3. Stampa

 

3.1 Selezione del materiale

Apri PreForm. Seleziona "Surgical Guide Resin" dal menu Material (Materiali). 

 

3.2 Importazione dei file di modelli in PreForm

Importa il file STL od OBJ in PreForm.

 

Nota:

Se stai utilizzando 3Shape Implant Studio o un altro software CAD dentale integrato con PreForm, i passaggi 3.2-3.4 sono automatizzati. Il software orienta automaticamente le parti e genera i supporti. Il tuo file pronto per la stampa si aprirà automaticamente in PreForm. Dopo il caricamento, devi solo cliccare sul comando di stampa.

 

3.3 Orientamento dei modelli

Orienta le parti in orizzontale, con la superficie a intaglio rivolta sul lato opposto rispetto alla piattaforma di stampa, per assicurare che i supporti non vengano generati su queste superfici. Se stai stampando più di una dima chirurgica in una sola stampa, modifica la posizione di ciascun modello sulla piattaforma di stampa in maniera più efficace.

3.4 Generazione dei supporti

Genera i supporti utilizzando la funzione di generazione automatica di PreForm.

Assicurati che non ci siano supporti vicino ai fori dei manicotti di guida o sulle superfici a intaglio per ottenere un assemblaggio semplice e accurato. Usa la funzione di modifica manuale del supporto per ispezionare da vicino le posizioni dei supporti e aggiungerli o rimuoverli secondo necessità.

3.5 Caricamento della stampa

Invia il lavoro di stampa a una stampante Form 2 o Form 3B.

3.6 Preparazione di stampante e resina

Agita bene la cartuccia di resina scuotendola e ruotandola diverse volte. Inserisci il serbatoio resina appropriato, la cartuccia di Surgical Guide Resin e una piattaforma di stampa nella stampante 3D Formlabs. 

La Surgical Guide Resin è stata convalidata per l'uso con il Form 2 Resin Tank LT o il Form 3 Resin Tank.

Attenzione:

Per la piena conformità e biocompatibilità, la Surgical Guide Resin necessita serbatoi resina, piattaforme di stampa e Finish Kit o Form Wash dedicati, che dovrebbero essere utilizzati unicamente con altre resine biocompatibili Formlabs.

3.7 Stampa

Inizia a stampare selezionando il lavoro di stampa dal relativo menu della stampante. Segui le istruzioni o le finestre di dialogo visualizzate sullo schermo della stampante. La stampante completerà la stampa in modo automatico.

 

 

 

4. Post-elaborazione

 

La post-elaborazione di dime chirurgiche stampate in 3D comprende sei passaggi: rimozione delle parti, lavaggio, asciugatura, polimerizzazione post-stampa, rimozione dei supporti e levigatura.

 

 

4.1 Rimozione delle parti

Le parti stampate possono essere rimosse dalla piattaforma prima o dopo la pulizia. Per rimuovere le parti dalla piattaforma di stampa, togli la piattaforma di stampa dalla stampante, passa lo strumento di rimozione sotto la parte stampata e ruotalo per staccare la dima chirurgica.

4.2a Lavaggio delle parti con la Form Wash

 Se non disponi della Form Wash, vai al paragrafo 4.2b.

Posiziona le dime chirurgiche, libere o ancora attaccate alla piattaforma di stampa, in una Form Wash riempita con alcool isopropilico al 99%. Imposta il lavaggio a 20 minuti per pulire le parti e rimuovere la resina liquida prima della polimerizzazione post-stampa. 

4.2b Lavaggio delle parti con il Finish Kit

Se disponi della Form Wash, salta il paragrafo 4.2b.

Rimuovi le parti dalla piattaforma di stampa con lo strumento di rimozione, come descritto nel paragrafo 4.1 Rimozione delle parti. 

Per rimuovere residui di resina liquida prima della polimerizzazione post-stampa, sciacqua le parti in due cestelli di alcool isopropilico al 99% per 10 minuti in ciascuno. 

4.3 Asciugatura delle parti

Lascia asciugare bene all’aria (almeno 30 minuti) oppure usa dell’aria compressa per soffiare via l’alcool isopropilico dalle superfici delle dime chirurgiche. Prima di procedere alle fasi successive, ispeziona con attenzione le parti per assicurarti che tutte le dime chirurgiche siano lavate completamente e che non presentino particelle o resina non polimerizzata. Se necessario, ripetere il lavaggio con alcool isopropilico al 99% pulito.

Se le parti sono ancora sulla piattaforma di stampa, rimuovile utilizzando lo strumento apposito, come descritto nel paragrafo 4.1 Rimozione delle parti.

4.4 Polimerizzazione post-stampa con la Form Cure

Le dime chirurgiche stampate devono essere esposte alla luce e al calore per ottenere biocompatibilità e proprietà meccaniche ottimali. La polimerizzazione post-stampa è fondamentale anche per polimerizzare completamente le dime chirurgiche e assicurare il comfort e la sicurezza del paziente. Posiziona le parti stampate dentro alla Form Cure. 

Il processo di polimerizzazione post-stampa dipende dalla stampante utilizzata per la stampa delle dime chirurgiche.

StampanteTemperatura di polimerizzazione post-stampaTempo di polimerizzazione post-stampa
Form 260 °C30 minuti
Form 3B70 °C30 minuti

Lascia raffreddare l'unità di polimerizzazione post-stampa a temperatura ambiente tra un ciclo di polimerizzazione post-stampa e l'altro.

Durante la polimerizzazione post-stampa si verificherà un cambiamento di colore, passando dal giallo semitrasparente all'arancione semitrasparente. 

Attenzione:

Effettuare la polimerizzazione post-stampa al di fuori delle impostazioni raccomandate può portare a proprietà meccaniche e di biocompatibilità non ottimali. Effettua la polimerizzazione post-stampa seguendo esclusivamente le raccomandazioni ufficiali di Formlabs per ottenere i risultati migliori.

4.5 Rimozione dei supporti

Usa le tronchesine incluse nel Finish Kit di Formlabs o altri strumenti di rimozione delle parti per tagliare i supporti con cautela nei punti in cui si uniscono alle dime chirurgiche. Presta attenzione durante il taglio dei supporti, poiché il materiale sottoposto alla polimerizzazione post-stampa potrebbe essere fragile. È possibile rimuovere i supporti utilizzando altri attrezzi speciali, quali dischi o strumenti di taglio rotondi, ad es. frese al carburo.

Nota:

Rimuovi i supporti solo dopo aver effettuato la polimerizzazione post-stampa per evitare che le parti si deformino.

4.6 Lucidatura delle parti

Utilizza metodi di levigatura dentale tipici come la carta vetrata a grana fine per levigare i segni lasciati dai supporti e rendere le dime più comode per il pazienti. Per ottenere una maggiore traslucidità delle parti, lucida le dime chirurgiche utilizzando una pomice e un disco di tessuto o altri dispositivi specialistici.

Attenzione:

Ispeziona le dime chirurgiche per individuare eventuali crepe. Scarta la parte se rilevi delle crepe.

4.7 Assemblaggio della dima chirurgica

Sono necessari i manicotti di guida per evitare che le punte del trapano perforino la dima chirurgica stampata. Per sicurezza e facilità di utilizzo, assembla le dime stampate con i manicotti di guida selezionati durante la fase di progettazione. 

Se usi i parametri di progettazione consigliati, i tubi di metallo o i manicotti di guida possono essere premuti per aderire alla dima. La frizione manterrà il tubo di metallo in posizione. Assicurati di utilizzare solo manicotti di guida compatibili.

 

5. Uso

 

5.1 Sterilizzazione, pulizia e disinfezione

Le dime stampate con la Surgical Guide Resin possono essere sterilizzate secondo le linee guida consigliate del Centro per il controllo delle malattie in autoclavi a vapore standard, con o senza sacche di sterilizzazione. Esegui la sterilizzazione secondo i protocolli della struttura o del produttore dell'autoclave, oppure seguendo uno dei ciclo di autoclavaggio approvati dal Centro per il controllo delle malattie riportati di seguito.

Tipo di autoclaveTemperaturaDurata
Sterilizzatore a vapore prevuoto132 °C / 270 °F4 minuti
Spostamento di gravità121 °C / 250 °F30 minuti

Nota:

Non superare cicli di autoclavaggio di 20 minuti a 134 °C / 273 °F o di 30 minuti a 121 °C / 250 °F, poiché cicli di autoclavaggio di durata o a temperature superiori possono comportare la degradazione delle proprietà meccaniche e dell'accuratezza delle dime chirurgiche.

I cicli di autoclavaggio devono includere un ciclo a secco per garantire la massima precisione. Ad esempio, secondo le linee guida del Centro per il controllo delle malattie, gli strumenti avvolti in un panno e sterilizzati in un autoclave in prevuoto devono essere fatti asciugare per 20-30 minuti. Dopo l'autoclavaggio le parti cambieranno colore e passeranno dall'arancione semitrasparente al giallo semitrasparente.

Se preferisci o è necessario utilizzare un metodo di pulizia o disinfezione, segui i protocolli della struttura. Uno dei metodi di disinfezione testati consiste nell'immersione del prodotto finito in alcool isopropilico al 70% pulito per 5 minuti.

Nota:

Non lasciare le dime chirurgiche nella soluzione di alcool per un periodo prolungato, poiché potrebbe portare alla degradazione delle proprietà meccaniche e dell'accuratezza.

Dopo la disinfezione o sterilizzazione, ispeziona la parte stampata per individuare eventuali crepe e garantire l'integrità della dima chirurgica prima dell'uso nella cavità orale del paziente.

5.2 Esecuzione della procedura

Esegui la procedura con precisione utilizzando la dima chirurgica.

6. Biocompatibilità

La Surgical Guide Resin è un prodotto non citotossico, non è sensibilizzante e rispetta la norma ISO 10993-1:2018.

PRNT-0015 Revision 01 25-11-201

 

Risorse addizionali

Esplora le risorse di Formlabs per l’odontoiatria per scoprire guide approfondite, tutorial passo passo, whitepaper, webinar e altro.

Consulta tutte le risorse per l’odontoiatria

 

Controlla il tuo futuro digitale con la Form 3B


Il pacchetto completo Form 3B dispone di tutto quello di cui hai bisogno per portare la stampa 3D di alta precisione nel tuo studio dentistico o laboratorio odontoiatrico. Ordina ora la Form 3B   Richiedi un campione